imageimage
 
Normativa sul Conto Energia.

Il 5 maggio 2011, il Ministero dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare hanno emanato il Quarto Conto Energia che determina, a partire dal 1° giugno 2011 e fino al 31 dicembre 2016, una nuova disciplina delle modalità di incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici e lo sviluppo di tecnologie innovative per la conversione fotovoltaica...

L’ente incaricato di promuovere lo sviluppo delle fonti rinnovabili in Italia attraverso l'erogazione degli incentivi è il GSE, Gestore dei Servizi Elettrici, società per azioni interamente posseduta dal Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Il Quarto Conto Energia prevede l’erogazione per un periodo di venti anni a decorrere dalla data di entrata in esercizio dell’impianto di una Tariffa Incentivante, garantita e invariabile, differenziata per potenza e tipologia degli impianti, che permette il recupero delle spese sostenute per la realizzazione dell’impianto in circa 8-11 anni e costituisce una rendita per il restante periodo.

Il Quarto Conto Energia definisce le seguenti categorie di impianti fotovoltaici:
1) piccoli impianti: su edifici con potenza non superiore a 1000 KW; altri impianti con potenza non superiore a 200 kW operanti in regime di scambio sul posto;
2) grandi impianti: tutti gli altri impianti, specificatamente quelli a terra sopra i 200 kW;
3) integrati con caratteristiche innovative.

Il decreto prevede inoltre una serie di strumenti per rafforzare e potenziare la filiera industriale italiana attiva nella produzione di impianti fotovoltaici, quali:
• premialità per le installazioni finalizzate alla sostituzione di amianto, per la realizzazione di impianti in aree da bonificare o soggette a recupero ambientale, per i moduli su barriere fonoassorbenti;
• a vantaggio dei consumatori e della qualità del Made in Europe, vengono inoltre introdotti determinati requisiti di garanzia, efficienza e innovazione degli impianti, al rispetto dei quali sono previsti livelli di incentivazione più elevati.

I beneficiari delle tariffe sono le persone fisiche, le persone giuridiche, i soggetti pubblici, i condomini di unità abitative e/o di edifici.

Per tutti gli approfondimenti e chiarimenti in materia è possibile consultare il sito internet del GSE.

Scarica la normativa --> QUI