imageimage
 
Lampada ad Induzione, i primi passi.

La tecnologia alla base dell'illuminazione ad induzione non rappresenta una novità. Essa fu sperimentata, infatti, per la prima volta nel diciottesimo secolo dal fisico-inventore Nikola Tesla.

Che cosa sono le lampada ad induzione ?


Le lampade a induzione rappresentano una perfetta sintesi tra i principi dell’elettromagnetismo e la scarica nei gas ionizzati.
L'illuminazione ad induzione è simile all'illuminazione fluorescente poiché anch’essa usa gas, ma se ne differenzia per l’assenza di elettrodi, rappresentati dal cosiddetto arco a tubo. Nelle lampade ad induzione, infatti, la ionizzazione del gas avviene tramite un circuito alimentato da un generatore elettronico ad alta frequenza. La maggior differenziazione dalle lampade fluorescenti consiste nel fatto che il sistema ad induzione ha una durata superiore, raggiungibile perché, mentre le lampade fluorescenti usano gli elettrodi che si deteriorano con il tempo, per stimolare il gas all'interno del tubo, le lampade ad induzione usano il principio della trasmissione dell'energia attraverso campi magnetici (induzione).
In questo modo, la vita della lampada supera i limiti tipici delle fluorescenti, raggiungendo le 100.000 ore di vita utile, pari a circa 25 anni.

Si potrebbe pensare a tale processo come a un tipo di illuminazione senza fili.

Sebbene i sistemi di illuminazione ad induzione abbiano forme e dimensioni differenti, i principi di funzionamento sono fondamentalmente gli stessi. Tutti i sistemi, infatti, si compongono di: un alimentatore, un accoppiamento di potenza e un alloggiamento per la lampada di vetro, ossia la lampada a scarica.

Principali caratteristiche delle lampade ad induzione

Lunga vita: 100.000 ore (pari a circa 25 anni)
Riproduzione fedele dei colori: ≥80 CRI
Temperatura dei colori (luce bianca in diverse temperature dei colori): 2700° K - 6500° K
Efficienza energetica: 80 Lumen/Watt
Mantenimento dell'efficienza: 70% dell'emissione di luce dopo 100.000 ore
Possibilità di regolazione del flusso luminoso;
Costi di manutenzione: 10 anni senza bisogno di alcuna sostituzione
Capacità di innesco e reinnesco istantanei: utilizzabile anche con fotocellula o sensore di movimento


Ulteriori pregi delle lampade ad induzione

Eliminazione di qualsiasi disturbo e eventuale indipendenza dalla rete di distribuzione
Tensione di alimentazione: 120-270v
Emissione elevata (potenze): da 40w a 500w
Nessun tremolio, effetto stroboscopico o rumore
Eliminazione di rischi di incendio ed esplosione
Basso inquinamento ambientale con ridotto uso di mercurio e assenza di smaltimento ad alta compatibilità ambientale per 10 anni.
Risparmio energetico


Applicazioni specifiche

lluminazione ad induzione risulta essere particolarmente idonea per i seguenti spazi:

illuminazione stradale
parcheggi
gallerie
campi sportivi
metropolitane
scuole e ospedali
centri commerciali